Ossidazione:

Il tè nero viene fatto ossidare completamente durante la lavorazione, dando alle foglie di tè il loro caratteristico colore scuro e il ricco aroma maltato per cui è noto. 

Il tè verde non viene praticamente fatto ossidare, così le foglie possono mantenere un po’ del loro colore originale verde e del loro gusto fresco.

 

Il tè oolong cade da qualche parte nel mezzo ed è spesso descritto come un tè parzialmente ossidato. I livelli di ossidazione nell’oolong possono variare dall’8% all’80% a seconda dello stile di produzione del maestro del tè.

Ecco perché il profilo di sapore di alcuni oolong può pendere di più verso un tè verde fresco (meno ossidato) e altri verso un tè nero maltato (più ossidato). La più grande differenza tra tè oolong e tè nero o verde? Ossidazione e forma.

 

Forma:

I tè oolong sono tradizionalmente arrotolati, ritorti o arricciati in palline strette o fili sottili. Queste tecniche di modellazione artigianale dipendono dalle tradizioni del maestro del tè che prepara il tè.

L’arrotolamento è un aspetto importante della lavorazione dell’oolong che altera l’aspetto, il colore e l’aroma delle foglie di tè finali.

A seconda di come e quando le foglie vengono arrotolate durante la lavorazione, il maestro del tè può alterare e modificare a suo piacimento il gusto che avrà il suo prodotto finale.

 

Origini del tè Oolong

 

L’Oolong rappresenta una vera maestria artigianale nella lavorazione del tè. L’aspetto, la forma e il sapore di un tè oolong possono variare molto a seconda della regione in cui viene coltivato e come viene elaborato.

Le origini dell’oolong sono rivendicate sia in Cina che in Taiwan e il tè è ancora oggi molto venerato in entrambi i paesi.

 

Una storia sostiene che i cinesi diedero il nome di “wulong” o “drago nero” alle grandi foglie di tè scuro, che erano pesantemente ossidate e ritorte in forme che ricordavano il mistico drago cinese.

Un’altra storia racconta di un coltivatore di tè di nome Wu Liang (poi abbreviato in Wulong) che scoprì lo stile di tè oolong per caso. Il contadino era distratto dopo una lunga giornata di raccolta del tè e, dopo un po’, scoprì che avevano già iniziato a ossidarsi.

Non importa a quale storia si creda, è vero che i più famosi oolong cinesi sono coltivati in regioni di alta montagna su terreni rocciosi e con clima fresco. Sono la geografia unica e l’ambiente rigido che danno a questi oolong il sapore ricco per cui sono famosi.

 

Gli oolong più famosi di Taiwan sono tradizionalmente meno ossidati (dal 10% al 40%) e quindi tendono ad avere un colore più verde e un sapore più leggero degli oolong cinesi. Gli stili di oolong prodotti nel paese variano tanto quanto gli stili di vino che escono dalla Francia.

Alcuni oolong sono arrotolati in piccole palle strette, mentre altri sono attorcigliati in lunghi fili di foglie. Alcuni crescono in remote montagne coperte di nebbia, mentre altri prosperano in temperate foreste di bambù ai piedi delle colline.

Alcuni vengono colti in primavera per un sapore fiorito ed erbaceo, mentre altri vengono raccolti in inverno e arrostiti per un sapore di legno.

 

Mentre gli oolong più famosi hanno avuto origine in Cina e Taiwan, diversi stili di oolong vengono prodotti oggi in altre parti del mondo. India, Sri Lanka, Giappone, Thailandia e Nuova Zelanda sono solo alcuni dei paesi che producono alcuni dei tè oolong nel mondo.

 

Come viene fatto il tè oolong

 

Per capire l’oolong, è necessario capire la lavorazione del tè. Tutti i tè – nero, verde e oolong – partono dalla stessa pianta di tè Camellia sinensis.

La differenza in ciò che finisce nella tua tazza da tè dipende da molti fattori, tra cui la varietà o cultivar della pianta del tè, il terroir della pianta (le caratteristiche della geografia, del clima e della cultura), e come le foglie di tè vengono elaborate dopo la loro raccolta.

 

Appassimento:

 

Le fragili foglie di tè appena raccolte vengono prima intenzionalmente ammaccate lanciandole o scuotendole. Questo è un passo importante per aiutare ad avviare il processo di ossidazione che darà alle foglie di tè oolong il loro sapore finale.

Le foglie vengono poi disposte ad asciugare al sole per diverse ore in modo da “appassire” e perdere parte del loro contenuto di acqua.

L’appassimento ammorbidisce le foglie di tè, rendendole flessibili ed elastiche in modo che non si rompano durante l’importante fase di arrotolamento e modellazione del tè oolong.

 

 

Raffreddamento:

 

Le foglie di tè hanno bisogno di tempo per riposare e raffreddarsi dal calore del sole durante appassimento prima che il resto della lavorazione abbia luogo.

Mentre si raffreddano, cominciano ad appassire e ad appiattirsi. Quando iniziano a cambiare forma, sono pronte per essere arrotolate.

 

Laminazione leggera:

 

È il processo di laminazione che aiuta le foglie di tè a sviluppare il loro aspetto unico e profilo di sapore. Poiché le foglie appassite sono leggermente arrotolate, vengono ulteriormente ammaccate.

Queste ammaccature rompono le pareti cellulari delle foglie, rilasciando gli enzimi e oli essenziali che alterano il sapore delle foglie. La laminazione espone ulteriormente i componenti chimici delle foglie di tè all’ossigeno e stimola il processo di ossidazione.

La laminazione aiuta anche a definire la forma che assumeranno le foglie di tè.

 

Ossidazione:

 

L’ossidazione è una reazione chimica che altera il sapore delle foglie di tè e aiuta il tè lavorato a sviluppare il suo aspetto finale e il colore.

Quanto tempo le foglie di tè saranno lasciate a ossidare, quindi lasciate esposte all’ossigeno, sarà determinante per il tipo di tè che si vuole ottenere.

Nei tè Oolong variano in livelli di ossidazione, ovunque dal 8% al 80%, e quindi variano in colore e sapore a seconda degli obiettivi del produttore di tè. 

 

Tostatura:

 

Una volta che le foglie di tè sono ossidate al livello desiderato, il calore viene applicato per fermare il processo di ossidazione e per iniziare ad asciugare le foglie.

La tostatura applica il calore e conferisce anche importanti caratteristiche di sapore al tè oolong finale.

 

Laminazione finale:

 

Una caratteristica chiave di ogni oolong è la sua forma. Questa laminazione finale delle foglie di tè tostate e parzialmente essiccate definisce l’aspetto finale e il sapore del tè.

 

Essiccazione:

 

Le foglie di tè oolong modellate sono poi lasciate ad asciugare. E ‘importante per ridurre completamente il contenuto di umidità nelle foglie di tè in modo che possano essere conservate senza rovinarsi.

 

Selezione a mano:

 

Una volta che le foglie di tè si sono completamente asciugate, vengono ordinate visivamente in vari gruppi di dimensioni e colori simili per creare diversi lotti di tè simili.

Ogni lotto di tè riceve un diverso grado industriale che valuta come il tè appare visivamente a seconda di quante foglie intere, foglie rotte o gemme di tè non aperte finiscono nel lotto.

 

Degustazione del tè oolong

 

Poiché il tè oolong è ossidato a vari livelli a seconda della tecnica di lavorazione del maestro del tè, il suo sapore può variare da leggero a corposo, floreale a erboso, e dolce a tostato.

Anche il colore delle foglie e la tonalità del tè preparato possono variare dal verde al dorato al marrone.

 

Le differenze tra i tipi e i sapori dei tè oolong sono spesso paragonate alle differenze tra i vini pregiati.

Mentre tutto il vino deriva da un’uva, è la combinazione della varietà dell’uva, come e dove l’uva è stata coltivata e lo stile artigianale del produttore di vino che alla fine determina come il vino avrà un sapore nel vostro bicchiere.

Anche all’interno dell’industria vinicola di un paese, si possono trovare diversi profili di sapore in diversi tipi di vino.

 

Date le sue origini, il tè oolong è molto popolare in Asia. Infatti, proprio come ci sono concorsi di vino in California, Italia o Francia, ci sono concorsi di oolong in tutta l’Asia per onorare l’artigianato dei produttori di tè oolong.

I tè possono essere giudicati su tutto, dalla forma e l’aspetto delle foglie secche e bagnate al colore, l’aroma e il gusto del tè preparato. I vincitori del concorso possono vincere un titolo di “migliore del mondo”, un premio in denaro o la possibilità che il loro tè artigianale venga ritirato dai distributori di tutto il mondo.

Ma per molti produttori di oolong, la competizione è un modo per dimostrare il loro onore e la passione per la vita che hanno dedicato all’arte del tè oolong.

Scopri di più sul Da Hong Pao, il tè (oolong) più costoso al mondo!

 

Contenuto di caffeina nel tè oolong

 

Ci sono molti fattori che possono determinare i livelli di caffeina di qualsiasi bevanda prodotta da una pianta con caffeina, tra cui la varietà della pianta, come la pianta è stata elaborata e come la bevanda è stata prodotta.

Il contenuto di caffeina in un tè oolong cade generalmente da qualche parte tra un tè nero e un tè verde. Un oolong leggermente ossidato può avere livelli di caffeina più bassi (simile a un tè verde) e un oolong altamente ossidato può avere livelli di caffeina più alti (simile a un tè nero).

Ma questo può variare a seconda di come la pianta del tè è stata coltivata e come il tè oolong è stato elaborato. È sempre meglio chiedere al tuo venditore di tè circa i livelli di caffeina specifici per il tè che stai acquistando se sei preoccupato per l’assunzione di caffeina.

Scopri di più sui benefici per la salute del tè oolong!

 

Acquisto e conservazione del tè oolong

 

Conservare un tè oolong correttamente farà in modo che il tè rimarrà fresco più a lungo possibile.

È sempre una buona idea acquistare il tè da una società rispettabile che può dirvi quando e come il tè è stato elaborato e confezionato, nonché fornire consigli di stoccaggio per aiutare a prolungare la vita del tè.

 

È importante chiedere al venditore di tè circa i livelli di ossidazione del vostro tè oolong. Un tè oolong più ossidato sarà più stabile a scaffale di uno meno ossidato. Il tuo tè oolong non può realmente andare a “male”, ma può diventare stantio se si dientica troppo a lungo.

Se conservato correttamente in un luogo fresco e buio, in un contenitore ermetico opaco, lontano dalla luce e dall’umidità e lontano da articoli da dispensa come caffè e spezie che possono lisciviare il sapore nelle foglie di tè, tè oolong può durare da sei mesi a due anni prima di dover essere utilizzato o sostituito.

 

Preparazione di tè oolong

 

Poiché i tè oolong variano tanto nei loro livelli di ossidazione e tecniche di elaborazione, molti oolong avranno diverse temperature di infusione ideale e tempi di macerazione.

Mentre è meglio chiedere al tuo venditore di tè per le istruzioni di infusione specifiche per il tè che hai acquistato, ecco alcuni consigli generali per la preparazione del tè oolong:

 

Utilizzare acqua fresca, pura, fredda e filtrata. L’acqua di sorgente è la migliore.

 

Perché gli stili di oolongs variano così tanto, temperature di macerazione e il tempo di infusione possono variare pure. Generalmente, gli oolong sono macerati ovunque tra gli 85°C e i 95°C gradi da 60 secondi a 3 minuti.

 

La maggior parte dei tè oolong sono progettati per essere macerati più volte. Ogni macerazione dispiega le foglie arrotolate o ritorte un po’ di più, rivelando ancora più strati del profilo di sapore inteso dal maestro del tè che ha creato il tè. Non è raro ottenere da 3 a 5 infusioni da un oolong di alta qualità.

 

Evita di macerare troppo il tuo tè oolong. Molti oolong sono creati per avere un sapore migliore con infusioni più brevi. Assaggia il tuo tè dopo il tempo di macerazione raccomandato e poi decidi se vuoi lasciarlo macerare un po’ più a lungo.

 

Se il tuo tè oolong è venduto con raccomandazioni specifiche per l’infusione, usa quelle. Ma utilizzando circa 2 grammi di tè foglia sciolto per 250ml di acqua circa vai sul sicuro.

 

Coprire il tè oolong mentre si riprende per mantenere tutto il calore durante la fase macerazione.

 

I produttori di tè spendono un sacco di tempo a padroneggiare l’arte del tè oolong. Per apprezzare al meglio i sapori artigianali di un tè oolong, provare a sorseggiare semplice senza additivi come latte o zucchero.

 

 

 

Referenze: 

 

Oolong via Wikipedia

Specialty Tea Institute

The Story of Tea: A Cultural History and Drinking Guide by Mary Louw Heiss and Robert J. Heiss, 2007

 

Articoli simili:

Articoli simili

Follow Us

Iscriviti!

Entra a far parte della nostra community!

Ricevi ricette, informazioni utili e idee per soprendere i tuoi amici e familiari!