Effetti collaterali del tè nero: Cosa si dovrebbe sapere

da | Mag 3, 2022 | tè nero

Con così tante varietà di tè tra cui scegliere, da dove cominciare? Qui esploreremo le varietà di tè nero, come si differenzia dai suoi cugini stretti: tè bianco, verde, oolong e rosso.

Poi approfondiremo ed evidenzieremo i tipici effetti collaterali di cui il tè nero può essere responsabile. 

Per prima cosa, cerchiamo di essere chiari su cosa sia effettivamente il tè nero. Proviene dalla pianta Camellia sinensis, scoperta per la prima volta in Cina. La cosa divertente è che in Cina non è conosciuto come tè nero, ma come tè rosso. Fuori dalla Cina, tuttavia, il tè rosso si riferisce al tè rosso sudafricano chiamato rooibos.

Che cosa è il tè nero?

 

Che ci crediate o no, il tè nero è in realtà lo stesso di tè verde e bianco, l’unica differenza è nel livello di ossidazioni che le foglie di tè subiscono.

Il tè nero rappresenta il 90 per cento di tutto il tè consumato nel mondo occidentale ed è uno dei sei tipi di tè noto come veri tè. Gli altri veri tè sono tè verde, tè bianco, tè giallo, tè oolong e tè pu-erh.

Il tè nero è spesso consumato da solo o con dolcificante e latte, anche se è anche usato come tè base in tè aromatizzati come Earl Grey e masala chai. Il tè nero a foglie sciolte spesso offre sapore maltato con un corpo pieno e sentori di caramello o note di cioccolato.

Detto questo, proprio come qualsiasi tipo di tè vero, ogni tè nero ha un carattere e una personalità propria da scoprire. 

 

Tipi di tè nero

Ogni paese elencato di seguito ha il suo tè nero unico con un profilo di sapore distinto. Si può prendere le vostre papille gustative in un viaggio di tè come si inizia ad esplorare il meraviglioso mondo del tè nero.

Qui ci sono alcune delle varietà più rinomate per paese:

Dalla Cina troverete Congou, Keemun, Lapsang Souchong Dianhoung, Yingdehong, Jiu Qu Hong Mei (tè nero ossidato) e Pu’erh (tè nero veramente fermentato). Il tè nero più popolare di Taiwan è Sun Moon Lake. L’India beve più frequentemente i tè neri Assam, Darjeeling, Kangra, Munnar e Nilgiri.  Il Jaekseol viene dalla Corea. Il Nepal, sì, avete indovinato, il Nepal. Ceylon è originario dello Sri Lanka. La Turchia produce il Rize.

Si può anche condire quell’avventura culinaria con miscele che si può già essere familiare con tra cui miscele di tè Chai, variazioni di Earl Grey e la colazione inglese.

Mentre il tè nero ha molti benefici per la salute proclamato, ci sono anche potenziali effetti collaterali si dovrebbe essere consapevoli di quando si sceglie il tuo tè quotidiano.

Effetti collaterali di tè nero

Alto contenuto di caffeina

A parte alcuni tè pu-erh, tè nero hanno il più alto contenuto di caffeina dei tipi di tè vero.

Questo può rivelarsi problematico per gli individui che hanno una sensibilità al composto energizzante con effetti collaterali tra cui nausea, nervosismo e insonnia. Inoltre, il consumo regolare di alti livelli di caffeina può portare a ulcere allo stomaco e altri problemi interni.

Se avete reazioni alla caffeina in altri prodotti, limitate l’assunzione di tè neri per ridurre il rischio di sperimentare effetti collaterali negativi. 

Potenziale consumo di metalli pesanti

 Quando si consuma il tè è importante essere consapevoli della provenienza delle foglie.

Tè diversi da tutto il mondo non solo esporre profili di sapore unico, ma sono un prodotto dell’ambiente in cui sono cresciuti.

Terreni diversi conterrà diversi componenti tra cui vari livelli di metalli pesanti che poi influenzano le piante di tè.

Gli studi hanno dimostrato che nelle zone dove il tè nero è consumato regolarmente individui mantenuto livelli sicuri di metalli pesanti nel loro sistema, ma più ricerca è necessaria.

Se si beve tè nero ogni giorno è importante tenerlo a mente e parlare con il proprio medico se si presentano dei sintomi preoccupanti. 

Effetti collaterali orali

Il tè nero è stato propagandato negli ultimi anni come altamente benefico per la salute orale. Il tè nero contiene polifenoli che hanno il potenziale di prevenire una moltitudine di problemi di salute.

Tuttavia, il tè nero può influenzare negativamente la salute orale nel fatto che il consumo regolare di tè nero può macchiare i denti. I tannini e altri componenti del tè che aiutano a dare alle foglie il loro sapore contribuiscono anche allo scolorimento indesiderato dei denti.

Per evitare questo, prova a passare ai tè oolong o ai tè verdi.

Articoli simili:

Articoli simili

Guida completa sul tè Darjeeling

foto di kongi_reIl Darjeeling, uno “champagne” tra i tè neri, viene dall'India ed è uno dei tè neri più importanti e apprezzati al mondo. È diverso da qualsiasi altro tè, e si distingue per il suo sapore, l'aspetto e anche - metodo di lavorazione. Leggi perché è...

leggi tutto

Follow Us

Iscriviti!

Entra a far parte della nostra community!

Ricevi ricette, informazioni utili e idee per soprendere i tuoi amici e familiari!