Aree e stagioni di coltivazione del tè bianco e del tè nero

 

Il tè bianco e il tè nero sono classificazioni di tè vere e proprie. Oggi il tè nero è coltivato in tutti i paesi produttori di tè, dalla Cina, all’India, al Giappone, alla Russia, alla Germania e all’Australia.

Il tè bianco, invece, è più raro e più prelibato..

Viene coltivato anche in molti paesi, ma non nella stessa misura del tè nero.

Il tè bianco è meno spesso prodotto in massa e più spesso in piccoli lotti. La produzione di tè bianco rispetto al tè nero è estremamente ridotta.

Anche se il tè bianco viene lavorato con pochi passaggi, richiede molta abilità e conoscenza per ottenere un tè di alta qualità e gusto. Il tè nero è più facile da produrre del tè bianco. Inoltre, alcuni tè bianchi, come il White Needle, sono prodotti solo da germogli, il che li rende ancora più difficili da produrre.

Per saperne di più, dai un’occhiata al nostro articolo sul tè nero!

 

Cosa sono il tè bianco e il tè nero?

 

Il tè bianco e il tè nero sono entrambi prodotti dalla stessa pianta, la Camellia sinensis. È interessante notare che sia il tè bianco che quello nero sono stati prodotti per la prima volta nella provincia cinese del Fujian, forse nello stesso periodo.

Ciò che rende il tè bianco bianco e il tè nero nero è il metodo di lavorazione. Il tè bianco subisce una lavorazione minima. Di solito consiste solo in due fasi, l’appassimento e l’essiccazione, ed eventualmente la cottura.

Il tè nero è di solito un tè completamente ossidato che subisce molti più passaggi per ottenere un aroma, un sapore, un colore e un profumo forti e distintivi. Le diverse fasi di lavorazione modificano anche la composizione chimica delle foglie di tè.

 

Vantaggi del tè bianco rispetto al tè nero

 

Il tè bianco e nero contengono antiossidanti, caffeina, vitamine, minerali, L-teanina e clorofilla. Il tè bianco contiene solitamente più L-teanina del tè nero. La L-teanina è un importante aminoacido che può avere un effetto calmante.

La quantità esatta di ciascuno di questi composti dipende da molti fattori, tra cui la lavorazione, il tipo di foglia, le condizioni di coltivazione, ecc. Tuttavia, si può affermare che il tè bianco contiene più L-teanina, clorofilla ed EGCG rispetto al tè nero.

Tuttavia, il tè nero ha diversi tipi di antiossidanti, come i tearubigeni[1], che possono fornire anche un’elevata attività antiossidante.

 

Si dice spesso che il tè verde, un altro tipo di tè, contenga livelli molto elevati di EGCG. È interessante notare che il tè bianco potrebbe avere ancora più EGCG del tè verde.

Uno studio ha dimostrato che la quantità di catechine totali nel tè bianco varia da 14,40 a 369,60 mg per grammo di foglia secca e da 21,38 a 228,20 mg per grammo di foglia secca di tè verde[2].

 

La quantità di polifenoli e di altri composti dipende anche dalle dimensioni della foglia. Le ricerche dimostrano che le foglie e le gemme giovani contengono più polifenoli, ma meno clorofilla.

Al contrario, le gemme più vecchie contengono più clorofilla, ma molti meno polifenoli[3]. Questo è uno dei motivi per cui le gemme di tè bianco più giovani possono fornire maggiori o migliori benefici rispetto al tè nero.

 

Il tè bianco e quello nero possono avere proprietà antimutagene, anti-infiammatorie e anti-invecchiamento, possono aiutare a proteggere i denti, a ridurre il rischio di malattie cardiache e a favorire la perdita di peso.

Tuttavia, il tè bianco può essere un’opzione migliore se si cerca un tè ricco di antiossidanti.

 

Foto di theteethree

Quale tè contiene più caffeina?

 

Sia il tè bianco che quello nero contengono caffeina. Anche se di solito si dice che il tè bianco contenga la minor quantità di caffeina, non è esatto. Il tè bianco può avere quantità di caffeina molto più elevate rispetto al tè verde e nero.

Ad esempio, alcuni studi hanno dimostrato che 1 grammo di Pai Mu Tan (Peonia bianca) può avere una quantità di caffeina molto maggiore rispetto a 1 grammo di tè Darjeeling – 18,22 mg rispetto a soli 14,10 mg per grammo di foglie secche di tè Darjeeling[4].

Tuttavia, se si sta sempre attenti a come si prepara il tè, è possibile che il più delle volte una tazza di tè bianco contenga meno caffeina di una tazza di tè nero. L’estrazione di caffeina dipende da molti fattori, tra cui la temperatura dell’acqua, il volume della tazza, la quantità di foglie, forma e dimensione delle foglie e il tempo di macerazione.

 

La maggior parte dei tè in bustine avranno foglie rotte più piccole che probabilmente rilasceranno la caffeina più facilmente. D’altra parte, il tè bianco di solito contiene grandi foglie non rotte.

Successivamente, è probabile che la maggior parte dei tè neri in infusione utilizzino acqua bollente.

Il tè bianco è più delicato e per ottenere il miglior sapore è necessario utilizzare acqua più fredda, o macerare per meno di un minuto (anche meno di 30 secondi) con acqua molto calda.

 

Differenza di gusto

 

Il tè nero e quello bianco possono avere un sapore sorprendentemente simile. Alcuni tipi di tè bianco saranno molto delicati, per esempio il Silver Needle. Se preparato correttamente, questo tè a foglia sciolta di alta qualità dalla Cina ha solitamente un sapore molto delicato, molto fresco e leggermente dolce.

Molti tè bianchi hanno una leggera nota affumicata e alcuni, come lo Yue Guang Bai, un tipo unico di tè dello Yunnan, hanno anche una nota maltata. Molti tè neri sono maltati e affumicati.

 

Per esempio, i popolari tè neri Assam avranno quasi sempre un sapore di malto più leggero o più forte. La differenza? Il tè bianco sarà molto più delicato, più rinfrescante, e dolce, leggero e di solito non avrà amarezza o asprezza.

Il tè nero può essere molto forte e anche molto amaro, soprattutto se fatto con polvere di tè o piccole particelle di tè. Se ti piace il tè nero, è possibile che tu preferisca il tè bianco al tè verde.

 

Note più comuni del tè bianco: fieno, miele leggero, floreale, maltato, verde e nota affumicata

 

Note più comuni del tè nero: note maltate, affumicate, di cioccolato e floreali

 

Quindi, cos’è meglio: il tè nero o il tè bianco?

 

È impossibile dire quale tè sia migliore. Entrambi i tipi sono ricavati dalla stessa pianta di tè e condividono benefici simili, con una leggera differenza nella composizione chimica dovuta alla diversa lavorazione.

Il tè bianco di solito contiene più L-teanina, quindi può essere un’opzione migliore se si desidera una bevanda più rilassante, ma con una caffeina medio-alta. Il tè bianco è da bere puro e di solito ha un sapore molto delicato.

Se ti piace bere il tè con il latte, sarà più indicato il tè nero. Indipendentemente dai potenziali benefici, bevi sempre il tè che ti piace di più :).

 

Disclaimer: questo articolo è solo a scopo informativo. Non intende sostituire la consulenza medica, la diagnosi o il trattamento. Ogni persona è diversa e può reagire in modo diverso a erbe e tè diversi.

Non utilizzare mai tisane o erbe per il trattamento di condizioni mediche gravi. Consultare sempre un medico professionista prima di scegliere rimedi casalinghi.

 

Riferimenti:

 

[1] https://academic.oup.com/jn/article/132/4/785/4687401

[2] https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/20722909/

[3] https://www.researchgate.net/publication/323926567_Changes_in_chlorophyll_and_polyphenols_content_in_Camellia_sinensis_var_sinensis_at_different_stage_of_leaf_maturity

[4] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4787341/

 

Articoli simili:

Articoli simili

Cos’è il tè bianco?

foto di tea_rebelIl tè bianco è noto per essere una delle varietà di tè più delicate dato che, in confronto agli altri tè, è poco lavorato. Il tè bianco viene raccolto prima che le foglie della pianta del tè si aprano completamente, quando i giovani germogli sono...

leggi tutto

Follow Us

Iscriviti!

Entra a far parte della nostra community!

Ricevi ricette, informazioni utili e idee per soprendere i tuoi amici e familiari!