Tè bianco e tè verde: Qual’è la differenza?

da | Mag 11, 2022 | tè bianco, tè verde

foto di quietcalling

Il tè bianco e il tè verde presentano molte analogie: questi due tipi di tè sono infatti prodotti dalla stessa pianta e contengono molte delle stesse proprietà e benefici per la salute.

Pur essendo simili, ci sono alcune importanti differenze tra questi due tipi di tè. I tè verdi tendono ad avere un colore giallo-verde, con note erbacee e vegetali. I tè bianchi tendono a essere ancora più leggeri e spesso hanno un contenuto di caffeina molto basso.

Tè bianco vs. tè verde: le basi

 

Il tè bianco è:

 

– Originario della Cina e ora coltivato anche in paesi vicini come il Nepal.

 

– Le foglie sono essiccate all’aria per arrestare l’ossidazione e sono minimamente lavorate.

 

– Tende ad avere un contenuto di caffeina molto basso, anche se i tè “silver needle” possono essere un’eccezione.

 

– È noto per il suo corpo estremamente leggero e per il suo gusto morbido e leggermente fruttato.

 

Il tè verde è:

 

– Originario della Cina, oggi coltivato anche in Giappone e in altri paesi asiatici.

 

– Le foglie vengono cotte in padella (in Cina) o al vapore (in Giappone) per arrestare l’ossidazione e possono anche essere pressate o arricciate in forme diverse.

 

– Tendenzialmente il contenuto di caffeina è basso, anche se i tè verdi coltivati all’ombra possono averne di più.

 

Differenze tra tè bianco e tè verde

 

Sebbene il tè verde e il tè bianco presentino molte analogie, esistono alcune importanti differenze tra questi due tipi di tè. Queste includono:

1. Paese di origine

Il tè bianco è prodotto principalmente in Cina, anche se alcuni tè bianchi speciali sono prodotti in paesi come il Nepal. Il tè verde è prodotto principalmente in Cina e Giappone, ma può essere prodotto anche in altri Paesi asiatici.

 

2. Metodo di lavorazione

 

I tè bianchi sono tipicamente essiccati all’aria e subiscono una lavorazione minima. I tè verdi vengono cotti in padella o al vapore per arrestare il processo di ossidazione, quindi vengono pressati o modellati nella loro forma finale.

3. Aspetto visivo

 

I tè bianchi tendono ad avere l’aspetto di foglie vere e proprie, nel caso del tè bianco a foglia intera, o di germogli lanuginosi e dalla punta bianca, nel caso del tè bianco “silver needle”. Le foglie di tè possono essere di colore bianco, marrone o verde chiaro. I tè bianchi si trasformano in un liquore chiaro e dorato.

 

I tè verdi sono tipicamente pressati in forme simili ad aghi, oppure modellati ed essiccati in forme arricciate. Come suggerisce il nome, le foglie di tè verde sono solitamente verdi. Quando vengono infusi, i tè verdi possono variare da un colore smeraldo intenso a un verde giallastro pallido.

4. Sapore

 

I tè bianchi tendono ad avere un sapore molto delicato e sono talvolta descritti con note di mela e fieno. I tè verdi tendono a essere leggermente più robusti, con note di nocciola, erba e vegetali.

 

Che cos’è il tè verde?

 

Il tè verde è prodotto dalle foglie della pianta Camellia sinensis. Queste foglie vengono solitamente cotte in padella o al vapore per arrestare il processo di ossidazione e preservare il colore verde brillante e il carattere leggero ed erbaceo del tè.

Queste foglie vengono poi messe in infusione in acqua calda per preparare il tè. Il tè verde è originario della Cina e oggi viene coltivato in molti altri Paesi asiatici, tra cui Giappone, Vietnam e Corea. Esistono molti tipi di tè verde prodotti da diverse varietà della pianta del tè.

 

Come preparare il tè verde

 

I metodi di preparazione del tè verde variano a seconda del tipo di tè che si sta preparando. In generale, i tè verdi vengono preparati a una temperatura molto più bassa rispetto ad altri tipi di tè, con una temperatura dell’acqua consigliata di 70-85°C.

I tè verdi vengono inoltre infusi per un periodo di tempo più breve rispetto ad altri tipi di tè, con un tempo di infusione consigliato compreso tra 1 e 3 minuti, a seconda del tipo di tè.

 

Che cos’è il tè bianco?

 

Il tè bianco è prodotto dalle foglie della pianta di camelia sinensis e viene lavorato in modo molto ridotto. Questo tipo di tè può essere prodotto dalle prime punte lanuginose della pianta, che producono il tè bianco silver needle, o da foglie più mature. Dopo la raccolta, le foglie vengono essiccate all’aria.

A differenza di altri tipi di tè, il tè bianco di solito subisce poche o nessuna lavorazione ulteriore. Il tè bianco tende ad essere il tè dal gusto più leggero e a basso contenuto di caffeina.

 

Come preparare il tè bianco

 

I tè bianchi sono delicati e la loro preparazione ottimale prevede la macerazione in acqua fumante ma non ancora bollente.

Per preparare il tè bianco, scaldare l’acqua a circa 85-90°C. Si consiglia di utilizzare un cucchiaino di foglie di tè per ogni litro d’acqua. Lasciare in infusione il tè per due o tre minuti, quindi rimuovere le foglie e gustare. I tè bianchi possono essere messi in infusione più volte.

 

Articoli simili:

Articoli simili

Cos’è il tè bianco?

foto di tea_rebelIl tè bianco è noto per essere una delle varietà di tè più delicate dato che, in confronto agli altri tè, è poco lavorato. Il tè bianco viene raccolto prima che le foglie della pianta del tè si aprano completamente, quando i giovani germogli sono...

leggi tutto

Follow Us

Iscriviti!

Entra a far parte della nostra community!

Ricevi ricette, informazioni utili e idee per soprendere i tuoi amici e familiari!